My New Liver


L’incontro musicale tra Gabriele Longhitano (Voce) e Giuseppe Aloisi (Basso) risale alla metà degli anni Novanta in una fantomatica sala prove di Aci Catena che, mi si racconta adesso, non esista più, come la stessa Catania di quegli anni. In maniera del tutto casuale questi due centri di gravità stilistici si avvicinano e la risultante forza di attrazione che, come noto, è proporzionale al quadrato della sostanza con il contributo delle correnti gravitazionali operanti tra Astidda e Ghiaci ha dato il là a tutto questo scempio. L’incontro-scontro tra i due ha permesso la genesi negli anni, di numerosi brani, mai pubblicati, ed ha trovato la sua dimensione dapprima nei Sicilianclan per poi passare nei I Cani Mannari, nei Cruel in Appearance e negli attuali My New Liver. Lo scanzonato Hard Rock dei MyNewLiver è incentrato su suoni crudi, semplici e schietti contaminato da un’elettronica scrausa su cui fanno capolino parole spruzzanti (sghiccianti) emozioni e semplici gesti che danno voce alla condizione di “essere musicista lacerato dalla sociocrazia”. #lassatimistari